Voi siete qua: archivio notizie

Archivio notizie

28/02/2007

risposta alla interrogazione 07-06


Il Dipartimento Ambiente, settore Valutazione Impatto Ambientale della Regione Liguria risponde alla interrogazione dei Consiglieri Morelli e Vasconi.
Riportiamo il testo della risposta alla recente interrogazione a richiesta scritta n. 07-06 dei consiglieri regionali Cristina Morelli e Carlo Vasconi.
Regione Liguria
Dipartimento Ambiente
Settore valutazione impatto ambientale

Oggetto: Interrogazione con risposta scritta - Cons. Morelli e Vasconi sulla tutela e la salvaguardia del Psic Prau Grande di Pompeiana

Ai consiglieri Morelli Cristina Vasconi Carlo
SEDE

Con riferimento all'interrogazione n. 07-06, si precisa quanto segue.

Il Piano Provinciale dei rifiuti di Imperia, approvato con delibera del Consiglio Provinciale n. 43 del 30.06.03, individuava la vallecola che delimita i Comuni di Castellaro e di Pompeiana in Località Prau Grande tra i siti idonei alla localizzazione delle discariche di supporto alla gestione del ciclo dei rifiuti per il comprensorio Imperiese. Il sito era indicato in alternativa alla località Pian del Bue in Comune di Cipressa.
Con riferimento ai criteri del Piano regionale, l'area di Prato Grande non presentava nessun fattore escludente ed un solo fattore penalizzante, e non ricadeva all'interno di un SIC.
Nell'ambito della valutazione della sostenibilità ambientale, la Giunta regionale, sulla base del parere espresso dal Comitato Tecnico per il Territorio, Sezione per la Valutazione d'Impatto Ambientale, aveva espresso un parere favorevole (DGR 450/03), pur evidenziando la necessità di ulteriori approfondimenti conoscitivi, comprensivi degli aspetti inerenti gli impatti diretti e indiretti sul pSIC con particolare riferimento a Costa dei Frati in Comune di Taggia.
La prescrizione riguardava, ovviamente, anche il sito oggetto dell'interrogazione che, come noto, ricade a distanza di poche centinaia di metri dal SIC IT1315922 "Pompeiana".

Le revisioni del Piano Privinciale adottate nel corso del 2006, non hanno peraltro cambiato sostanzialmente il ridisegno della gestione del ciclo dei rifiuti per quanto riguarda i siti prescelti per la localizzazione delle discariche, nè sembrerebbero aver analizzato in modo sufficiente la compatibilità ambientale di dette scelte.

Le prescrizioni date dalla DGR 450 del 17/04/2003, sono quindi valide ancora oggi, ed è per tale ragione che gli uffici competenti (note n. 520/58525 del 18/4/06 e n. 1497/156772 del 15.11.06) hanno richiesto che la Provincia individui con maggior precisione il  sito o i siti nei quali sarà previsto il conferimento dei rifiuti di risulta dalle operazioni di preparazione del CDR e, contestualmente, ne verifichino la fattibilità dal punto di vista ambientale.

Si precisa, infine, che, qualora la Provincia scegliesse definitivamente l'area di Prato Grande come sito per discarica, il progetto dovrà essere comunque sottoposto a Valutazione di Impatto Ambientale e, in base al DPR 120/03, alla Valutazione di Incidenza.

Cordiali saluti

   L'ASSESSORE alla Pianificazione Territoriale e Urbanistica Carlo Ruggeri